Le armi nella Pekiti Tirsia Kali

Perchè studiare le armi prima del combattimento a mani nude e perchè concentrarsi sulle armi da taglio. Spade, coltelli, kerambit, bastoni, armi flessibili, boxe e grappling in un’unica disciplina.

Chi conosce le arti marziali filippine (FMA) le associa spesso all’uso frenetico e imprevedibile di bastoni che, come armi principali, prevedono tante percosse senza un’apparente strategia.

Sebbene ciò non sia vero per nessuno stile di Kali, la Pekiti Tirsia in particolare non insegna a tirare bastonate: essa è un blade-system, cioè un sistema fortemente orientato alle armi da taglio come spade, macheti, coltelli e daghe.
Saper combattere con una spada è molto diverso dal maneggiare un semplice bastone: la lama è tagliente e affilata solo in alcune parti mentre un bastone può impattare in qualsiasi suo punto; un taglio è facilmente mortale mentre una semplice bastonata, in linea generale, provoca danni contenuti; a distanza ravvicinata un’arma da impatto è inoffensiva mentre una lama diventa inarrestabile.

In altre parole, saper combattere con una spada è più difficile che usare un bastone. Essere comodi con essa significa aver acquisito precisione, pulizia nel movimento e un alto livello di fluidità, capacità che un semplice bastone non può insegnare.

“The blade is teacher of all teachers.”

Il repertorio delle Pekiti Tirsia insegna a comprendere gli attributi di ogni arma consentendo un rapido adattamento nel modo di combattere.

Le armi che vengono studiate ed utilizzate nel programma sono:

  • Solo Espada: spada a filo singolo per imparare precisione e fluidità
  • Doble Espada: doppia spada a filo singolo per padroneggiare coordinazione e presenza nel combattimento
  • Daga saksak: coltello con impugnatura dritta per acquisire velocità e reattività
  • Daga pakal: coltello con impugnatura rovesciata per simmetrizzare i movimenti del coltello
  • Doble Daga: doppi coltelli in tutte le possibili impugnature
  • Spada y Daga: spada e coltello vengono usati contemportaneamente, mischiando le distanze delle due armi e creando situazioni completamente nuove
  • Solo Baston: il lavoro sui bastoni deriva direttamente dal lavoro di spada e conferisce forza e potenza nei colpi
  • Pangamut: tecniche di striking tra cui pugni, calci, gomitate e ginocchiate, nonchè tutto ciò che appartiene alla Dirty Boxing (boxe da strada).
  • Dumog: grappling, ritenzioni e rotture per essere pronti quando avviene molto contatto con l’avversario
  • Kerambit: coltello di origini indonesiane ricurvo come l’artiglio di una tigre.

La Pangamut e la Dumog si fondono insieme creando la Dumpag. Altre armi del sistema sono la lancia (Malayu Sibat), le spade a doppio filo, le armi flessibili e tutte le armi improvvisate come riviste, penne, chiavi, etc.

L’adattamento e la fluidità sono gli obbiettivi finali con ogni arma, i due segreti principali per vincere lo scontro.